Festa della mamma

Si avvicina la festa della mamma, e si è sempre in dubbio, se non si è più in età scolare, su cosa regalare.
La mia opinione è che, per chi ne è capace e ha talento in una qualunque arte manuale, un dono confezionato personalmente sarà gradito alla mamma tanto quanto lo erano, all’epoca, i lavoretti fatti a mano a scuola.
In caso non si possegga nessuna particolare attitudine ci si potrà attenere alle consuetudini più consolidate e regalare un libro che si sa interessarle, un gioiello, anche di limitato valore ma simbolicamente legato alla famiglia o alla ricorrenza. Eviterei, in questo caso, utensili da cucina o qualunque oggetto che abbia attinenza con gli impegni domestici della mamma. Deve essere la sua festa, la celebrazione, da parte dei figli, della propria riconoscenza nei suoi confronti, non un modo per ricordarle quanto ancora pretendiamo da lei.
Naturalmente, sempre gradito e appropriato è il classico e intramontabile mazzo di fiori. Un regalo che potrebbe sembrare banale può invece riservare delle soddisfazioni sia per chi lo fa che per chi lo riceve.
Ad esempio, ci si potrebbe discostare dal classico mazzo di rose rosa o bianche, e cercare fiori meno utilizzati per quest’occasione ma molto scenografici.
Le calle sono simbolo di purezza, amore e beatitudine celeste. Sono fiori dallo stelo lungo, ed anche in numero contenuto consentono di realizzare un dono di sicuro impatto.calle
Il significato della camelia, invece, è la stima e l’ammirazione nei confronti della persona cui vengono donate, legati soprattutto al senso di abnegazione e sacrifico: niente di più adatto ad una madre che nel corso degli anni, con amore e sollecitudine ha dato tutta se stessa per i figli.
La viola del pensiero potrebbe testimoniare il fatto che, anche se lontani, lei è sempre nella nostra mente.
La strelizia, maestosa e nobile. L’orchidea elegante.
Insomma la scelta è ampia e i significati del linguaggio dei fiori facilmente rintracciabili. Non abbiate paura di osare, naturalmente anche in base al gusto estetico personale.Mazzo floreale
Infine, un omaggio floreale è indicato nel caso in cui, proprio in occasione della ricorrenza, siate invitati a casa del fidanzato o della fidanzata. Ciò, presumibilmente, accadrà solo se frequentate la famiglia già da tempo o siete fidanzati ufficialmente; in questi casi è appropriato omaggiare la mamma della vostra metà. Una pianta o un mazzo di fiori vi toglieranno d’impaccio e vi faranno fare un’ottima figura.

4 Comments

  1. Pulled From Facebook
    Ilaria Bast 30 Aprile 2013 at 18:58 ·

    O un pranzo fuori…

  2. Pulled From Facebook
    Eleonora Vitagliano 30 Aprile 2013 at 21:37 ·

    La mia mamma (incredibile ma vero) ha quasi cento anni. Potrò farle solo gli auguri da lontano e mi auguro che non sia l’ultima volta.

  3. Pulled From Facebook
    Monica Barnini 1 Maggio 2013 at 09:26 ·

    Pienamente d’accordo, mai regalare oggetti x impegni/lavori domestici. Molto meglio un bel mazzo di fiori o anche uno soltanto ben confezionato. Inoltre vorrei ricordare (con tutta umiltà) che la festa della mamma capita sempre di domenica, precisamente la seconda di maggio… So’ pratica..essendo mamma.. 🙂
    A parte gli scherzi, mi confondevo sempre sulla data ma la mia fioraia mi ha dato conferma su quanto detto sopra, testuali parole “teso’ io ci lavoro da più di 30 anni co’ ‘sta festa, lo saprò?!”

  4. Pingback: nathan

Leave a Reply

Back to top