• Tartufi al cioccolato con granella di pistacchio

    Una nuova piccola delizia.
    Questa ricetta è adattissima per un tè, per una merenda, e anche come dolce da servire al termine di una cena.
    Della grandezza di un boccone, si presta a essere servito con fantasia, eleganza, e raffinatezza.
    Non guasta affatto che la preparazione sia davvero veloce e alla portata di tutti.

    Un’altra ottima idea “rubata” dall’incantevole blog “Vivere di Gusto“.
    Vivete golosamente…

  • Il vestito per la tavola.

    Apparecchiare la tavola è sempre stata considerata una vera e propria arte, banco di prova per la padrona di casa che dimostra, in questo aspetto della cura dei dettagli, il proprio buon gusto e la capacità di adeguarsi alle situazioni.
    Iniziamo con il prendere in considerazione il primo passo di questo procedimento che, in casi di estrema importanza, può diventare anche molto lungo e laborioso: la scelta della tovaglia.
    Dalla più semplice alla più colorata, dalla più modesta alla più elegante, sarà lo strumento che ci consentirà da un lato di coprire il tavolo e dall’altro di creare il giusto sfondo alle stoviglie e al cibo che serviremo. Sarà, inoltre, indizio fondamentale del tenore che vogliamo conferire all’evento che stiamo organizzando. Read more

  • Merendina Paradiso

    Riprendiamo a proporvi piccole raffinatezze per il palato.
    Semplicità, ingredienti genuini, preparazione veloce ma gusto e presentazione da lasciare a bocca aperta, o meglio chiusa e masticante.
    Le merendine paradiso, che sanno di primavera, sono fatte con farina di farro e un goloso ripieno di crema di latte e miele. Adatte ad ogni ora della giornata.

    Troverete la ricetta su Vivere di Gusto, e vi consiglio di sbirciare anche le altre ricette del blog, gustose e molto varie.

  • Stasera si cena fuori!

    Se vi eravate illusi che andando al ristorante, non dovendo occuparvi voi di apparecchiare la tavola, scegliere menù e decorazioni, assegnare i posti agli invitati, potevate tirare un sospiro di sollievo e limitarvi a non mettere i gomiti sul tavolo, mangiare a bocca chiusa e tenere la schiena bella dritta, beh….sbagliavate.
    Esistono una serie di regole di comportamento che andrebbero osservate quando si va a mangiare “fuori”. Read more

  • A tavola: primi rudimenti.

    Questo è il primo vero appuntamento con la tavola, i suoi ornamenti, le stoviglie, e il modo di utilizzarle e comportarsi. Ne seguiranno altri, più dettagliati e specifici. Gettiamo le basi affinchè, invitati ad un convivio, possiamo non apparire come dei pesci fuor d’acqua.

    Per il momento tralasciamo la corretta disposizione di piatti, bicchieri e posate, alla quale ci dedicheremo specificatamente più avanti. Limitiamoci alla prima regola di base riguardo le sedute dei commensali, che prevede l’alternanza uomo/donna nell’assegnazione dei posti a tavola, con l’accortezza che gli ospiti di maggior riguardo, in base al sesso, siederanno alla destra e alla sinistra dei padroni di casa.

    Una volta che tutti i presenti si trovino in sala da pranzo, gli uomini dovranno sedersi solo quando tutte le signore saranno già accomodate. Read more

  • La buona educazione

    “La buona educazione non sta nel non versare la salsa sulla tovaglia, ma nel non mostrare di accorgersi se un altro lo fa”. Anton Čechov, Quaderni.

    Immagine di copertina: Transatlantico Amedeo di Savoia – Salone da Pranzo di prima classe.

  • Indovina chi viene a cena

    Sarà sicuramente capitato, o comunque immancabilmente capiterà, di essere invitati ad un pranzo o ad una cena non dal solito amico, dalla premurosa zia, o dall’amico di famiglia che vi conosce sin da bambini; questa volta l’invito è più formale, un’occasione più importante, non per la presenza di principi e ambasciatori, ma perchè si tratta di ospiti di riguardo per voi, o comunque perchè tenete a fare una bella figura.
    Anche in questo caso, semplici regole di etichetta e un pizzico di buon senso vi aiuteranno a non commettere errori.
    Innanzi tutto la regola fondamentale, e sempre valida, è quella di adattarsi all’ambiente: non esagerate nell’eleganza del vestito, se la circostanza non lo richiede, non cercate a tutti i costi di piacere, ma rimanete voi stessi, magari con qualche maggiore accorgimento nell’abbigliamento e nelle maniere. Read more

  • Baci di Dama

    Parlando della tavola non ci limiteremo a suggerirvi come apparecchiarla, come far sedere gli ospiti, come servire le portate. Di tanto in tanto, con la collaborazione di amiche e amici con il fantastico dono di trasformare le materie  prime in piccole e grandi delizie per il palato, vi proporremo delle ricette: alcune saranno semplici e gustose, altre più complesse e scenografiche. Tutte saranno selezionate in base alla loro bontà, prima di tutto, ma anche per la ricercatezza e l’effetto che producono.

    Iniziamo con i baci di dama. Bon Bon che vi garantiranno un sicuro successo, sia che li serviate a bambini che ad adulti, sia per una cena elegante, che per un tè tra amiche.

    La ricetta che vi suggerisco è tratta da “Vivere di Gusto“, e potrete leggerla e apprezzarla a questo link: http://blog.giallozafferano.it/viveredigusto/baci-di-dama/.

Back to top